Casa del Frate Viottolo del Canalone 13 - Isola Palmaria - Portovenere (SP) Tel +39.340.2670780 info@casadelfrate.it
 
 
 
 
   
 

Situata nella punta sud della Palmaria, ad una altezza di circa 30 metri su un dirupo sterposo a picco sull’acqua, la grotta è la più importante dell’isola, sia per dimensioni che per il materiale paleontologico che ha conservato. E’ stata scoperta e studiata per la prima volta dal Prof. Giovanni Capellini nel 1869. Nel secondo dopoguerra venne eseguito uno scavo dall’Università di Pisa per verificare o meno l’esistenza di una stratigrafia. E’ composta di un gran corridoio di accesso e di due caverne delle quali la più interna, detta la “Grande Sala”, è la più ampia. La grotta fu scelta come insediamento abitativo, perché più asciutta, meglio difesa e più comoda rispetto alle altre presenti sull’isola.

Nella grotta furono rinvenuti oggetti di quell’epoca remotissima: punte di frecce, raschiatoi di selce, stecche, punteruoli d’osso, perle di calcare bianco, rozze stoviglie, conchiglie traforate e levigate. Furono scoperti inoltre resti umani e di varie specie di mammiferi, fra cui ossa fossilizzate di animali che vivono abitualmente nelle zone fredde e glaciali, a testimonianza del fatto che la grotta era già abitata nel periodo glaciale o immediatamente successivo.

Per saperne di più: www.parconaturaleportovenere.it